Blog: http://desaparecidos.ilcannocchiale.it

* sulle tracce di mourinho

(in alto, su gentile concessione, una rarissima immagine del nostro)

Si, lo so, a molti di voi – ignari dell’esistenza di una letteratura portoghese che non sia Fernando Pessoa o un suo eteronimo (compreso Josè Saramago) – il cognome Mourinho si lega indissolubilmente al nome Josè, uomo scontroso, che figurerebbe magnificamente in una collezione storica di caratteracci, da Rick Blaine a Oriana Fallaci ed Ezra Pound. Chissà se pure Josè ignora l’esistenza di tale compatriota, oppure se a tarda sera recita ‘’La siete Armanas’’ nello spogliatoio dell’Inter, canto d’incitamento introvabile ai più, equivalente vincente della danza haka maori degli All Black. Questo non ci è dato saperlo.

1. ‘’Di come ho saputo di Antonio Maria Mourinho’’
Ho sempre odiato le domande a trabocchetto.
Non è vero, anni fa mi dilettavo a fare di queste domande per sincerarmi sulle mie affinità elettive con gli altri. Ne ricordo una in particolare, che faceva parte di una serie di domande a risposta multipla, e che poteva essere apparentemente innocua quanto incomprensibile: ‘’ti piace il vintage?’’. In un’epoca in cui ponevo la domanda soprattutto a coetanei poco attenti e curiosi, la maggior parte delle risposte era ‘’non so cosa diavolo sia’’, così da finire nella zona di ‘sincera incompatibilità’. A quel punto iniziavo a spiegare cos’era questo vocabolo straniero e straniante (neanche stessi parlando di camp) con un accozzaglia di luoghi comuni su vecchi jeans a zampa, borse usate e libri da mercatini, quelli dall’odore fascinoso; dopodiché in genere c’era una risposta basita da uno sguardo che lasciava intendere ‘’si, ma ora possiamo scopare?’’. E come avrei potuto scopare con qualcuno che non s’impegnasse neanche a simulare una ‘’falsa compatibilità’’ tentando una qualunque risposta a intuito?Apparentemente tutto questo sembra non riguardare Antonio Maria Mourinho. E tuttavia era solo l’inutile premessa per narrare di quel giorno di metà maggio in cui mi si chiese ‘’cosa ne pensi di Mourinho’’, ed essendo io parte di quelli che credono che Josè Saramago sia un eteronimo postumo di Pessoa; e dato che – peraltro – non trattavasi neanche di un test delle affinità elettive, ma di una domanda semplice, buttata lì, mi sono chiesta se non mi trovassi di fronte un ‘’collezionista di caratteracci’’ in vena di esaltare l’egomania di Josè. E – debbo dirlo! – a me Josè Mourinho ha sempre affascinato, e l’ho sostenuto, come si sostiene un qualsiasi Pereira. Ero innocentemente inconsapevole dell’esistenza del Mourinho originale, autore ignoto della letteratura portoghese, il mio personale e karmico vintage.

2. ‘’Di come mi sono messa sulle tracce di Antonio Maria Mourinho’’
In un mondo che pullula di mezzi di trasporto veloci e low cost, ho scelto google. Esiste un Centro de Estudos Antonio Maria Etc, a Miranda del Douro (jesus!); sorpassati i miei iniziali problemi con la lingua portoghese, essendomi addirittura ricordata come pronunciare le prime lettere dell’alfabeto in portoghese (a – be – se), sul sito del centro ho trovato nientechepocodimenochè: niente. Da qualche altra parte si dice che è nato a Sendim il 14 Febbraio 1917, comincio a pensare che tra me e Antonio Maria ci sia una qualche affinità astrologica. Poi scopro che è una specie di prete che ha abbandonato la vita ecclesiastica per sposarsi e scrivere poesie. Ma allora anche il Portogallo ha una qualche speranza?

3. ‘’Di come ho annoverato Antonio Maria Etc tra le speranze portoghesi’’
In un’epoca in cui Ratzinger fa finta di essere uomo di fede e vola in Portogallo per annunciare al mondo disgrazie imminenti; in un Portogallo dove s’annidiano covi cattolici e pastorelli lisergici; in un Portogallo mistico di strane apparizioni, dove persino l’uomo più lucido – Fernando Pessoa – passava le notti a disegnare pianeti sui muri e interpretare le profezie sulla rinascita del Portogallo, nonché le gesta di Jacques de Molay; in un Portogallo talmente traviato, un uomo di cui nulla si sa come Antonio Maria Mourinho, ha abbandonato i voti al signore per la poesia. Non che abbia avuto tutti questi grandi risultati letterari, è addirittura offuscato da un allenatore di calcio insomma!; ma volevo onorarlo a futura memoria di quelli che su google saranno così speranzosi di trovare un risultato in italiano alla ricerca di Antonio Maria Mourinho (evitando il rischio di ritrovarsi sul sito di Panorama new ediction).

Pubblicato il 14/5/2010 alle 21.43 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web