.
Annunci online

 
desaparecidos 
in certi posti del mondo essere conservatori è più progressista di essere progressisti in italia
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Courrier International
LibMagazine
Libération
LeftWing
Iddu

Esperimento
Raccoon
Il Genio Brigante
CodaDiLupo
OndeRoad
Rip
Uqbar
Perfetta Stronza
Ciro O'monaciello
PresenteIndicativo
Two Sides of the Bed
Bloggerperfecto
EcoDiSirene
Vulvia
Adlimina
Diderot
Alt
MP
ilbaco
Egine
Emma
Malvino
Il laicista
DolciInganni
  cerca

 

 

 

 


il giorno in cui mi daranno ragione penserò di avere torto



    
 Hey Joe, where you goin' with that gun in your hand




IO VENDO FUMO

 

 

- perché credevo in Kuwait si andasse al mare e invece si va per lavorare nel deserto

- perché credevo Saragoza in Andalusia

- perché le cattedrali del dis-atteggiamento sono tutte arrossite alla vista di Notre-Dame


 vendo fumo

- perché non so fare altro & perché aspiro a morire con la signora Libertà in mezzo alle cosce

- eppure se dovessi immaginarmela la vedrei ORA ai bordi di un treno solitario occhieggare ai passanti digrignare i denti in un falso sorriso imborghesito come se la felicità fossero un paio di labbra complici



io vendo fumo

- perché sono una nomade col vizio della stabilità

- perché ciò che amo è l’incidente di amare
la febbre di sapere il nulla

- perché credevo che gennargentu fosse una capitale araba intrisa di lussuria e sceicchi e m’illudevo che l’hijab m’ avrebbe coperto la bava alla bocca

- perché a Beirut si predicavano i miracoli del Kuraan, e tutte le studentesse della rivoluzione dei cedri ascoltavano furiose le vecchiette sagge



e mentre io vendo fumo
qualcuno si sta convertendo
o desidera convertirmi
o illudermi coi suoi giochi
di prestigio

 

mentre io vendo fumo
qualche arrosto va in fumo
le battaglie si consumano
e sempre gli stessi vincono

 



 L' AMOUR  - 1 (la mort)



LE MEPRIS - 2

 

LA LIBERTE' - 3


LA GU ERR E ET L A PA I X - (o Masculin, Feminin - Yin et Yang) - 4


LA POESIE (l'Art, l'Expression, la Creation, l'Hurle ment ) - 5



LA DESTRUCTION - (5 & unquarto de la tarde)

Quando il mondo sarà ridotto a un solo bosco nero per i nostri quattro occhi attoniti, in una spiaggia per due fanciulli fedeli, in una casa musicale per la nostra chiara simpatia, io vi ritroverò.
A. Rimbaud


THE RENAISSANCE

 









  Utenti connessi

 

 


 

Diario | point of view | cuba libre | adornianamente | ramadam | new encyclopedia | lo sferruzzo | vintage | puntiG | politically frigidism | illitterazioni terroriste | marx / hegel | Capitalism System Docet | metablog | retròsarkòbrunì | revolution time | sarko facho | tempi maturi per la rubrica cina |
 
puntiG
1visite.

25 novembre 2008

* problemi che mi porrei ove mai fossi una bisognosa basilicatese incinta (e già ne avrei di miei, di problemi)

1.500 euro passano, un benito è per sempre. (ma che scherziamo?!)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. federalismi vari

permalink | inviato da desaparecida il 25/11/2008 alle 3:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

5 agosto 2008

* aneddotica da afa

Tornando dalla spiaggia mi ritrovo il passaggio della stradina, una di quelle dissestate di seconda mano, ostruito da una volante dei carabinieri. Il mio primo pensiero è ovvio: ‘la russa ha messo l’esercito in città e ha spostato i carabinieri a setacciare le spiagge, che palle’, mi avvicino a un carabiniere dall’aria scocciata e chiedo ora che si fa, che ci siamo incastrati, lui scambia due parole con una ragazza in bicicletta e poi fa marcia indietro. A quel punto però ero curiosa, così fermo la ragazza in bici e chiedo che è successo, lei si illumina come ansiosa di potersi finalmente sfogare, e mi chiede ‘eri alla baia dei porci?’, io rispondo di no e lei mi spiega la faccenda: si stava tentando un’imboscata a un uomo che puntualmente compie atti osceni in luogo pubblico, ovvero (testuale) scende in spiaggia si spoglia e si masturba, lei era così nauseata che si era rivolta ai carabinieri e con un finto amico in borghese era andata sul luogo dello scandalo al sole sprezzante del pericolo, purtroppo però la cosa non era andata bene e si sarebbe dovuto ritentare l’indomani. Al di là del fatto che non sono riuscita a trattenermi dal ridere mentre lei mi raccontava enfatica, mi sono chiesta ma se una va alla baia dei porci non sarà mica che se la sta (inconsciamente) cercando?




permalink | inviato da desaparecida il 5/8/2008 alle 19:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

7 marzo 2007

* sex'-o-l-o-gy

La riflessione di Arciprete sull'industria in via di espansione dei giocattoli femminili è imperdibile, soprattutto se si è alle porte del fatidico otto marzo. La sessualità femminile modello autoerotismo è difatti in espansione, ormai s'intreccia con le complesse dinamiche del mercato, mentre quella maschile può contare sulla versione economica della mano amica (& questa è un'ingiustizia e un inganno protratto dalla becera società capitalistica!!!!). Si potrebbe dire, parafrasando, 'femmine di tutto il mondo, unitevi! e tornate ai vecchi modus' - ma in phondo lo schema arciprete propone scenari più soddisfacenti.




permalink | inviato da il 7/3/2007 alle 16:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (21) | Versione per la stampa

18 febbraio 2007

* remembering nataliah aspesi

Ieri un mio amico mi ha detto che visto che io sul mio blog tratto delle astinenze sessuali di michelle hunziker (per altro l’unico post selezionatomi a quasi mia insaputa da quell’aggregatore di idiozie che è liberonews e che fine trucida ho fatto, che oggi mi accorgo che ancora continua la saga di commenti, ad esempio l’ultimo è di un certo ‘stitico’ che afferma testualmente, Io no c.a.go da due giorni....interessa a qualcuno? Fatemi sapere); insomma che premesso che io trattavo di certi argomenti, avrei dovuto riportare la notizia che elle macpherson non fa sesso da due anni. Io ho obiettato che evidentemente sul mio blog non entrava da almeno cinque mesi, che quello era stato un singolare errore di percorso, e ora mi dedicavo all’islam, a vicenza, persino alla melandri, al massimo un accenno ai puntiG. Lui mi ha detto che la storia del puntoG è ormai datata, che alcuni scienziati americani avevano fatto ricerche su un uomo e una donna intenti nell’atto sessuale (a mò di cavie animali) per arrivare alla conclusione che il puntoG non esiste insomma, e che il cervello femminile è molto più attivo di quanto si pensasse (tralascerò altri particolari riferitemi come quelli sull’inclinazione del pene altrimenti rischio seriamente di ritrovarmi dinuovo su liberonews). Sicchè, io ho detto che una certa giornalista italiana (cfr natalia aspesi, ma ho tralasciato volontariamente di fare il nome), affermava proprio la stramba teoria che il puntoG altro fosse che un’importazione americana degli anni70, un’invenzione del femminismo in ansia liberalizzatrice moralcostumistica. Lui mi ha mostrato tutti i suoi scetticismi da uomo in cerca di puntiG, io mi ripetevo che no! non sia mai che natalia aspesi abbia ragione nei suoi punti di vista, finchè non mi ha provocatoriamente posto l’imbarazzante quesito ‘ma tu ce l’hai?’, alchè per non fare la tipa che declina a domande sexually uncorrect ho cercato pure di rispondere, perché sì insomma la sessualità femminile è più complicata di quella maschile, non si può parlare mica di punti precisi, che persino l’asse terrestre secondo marco columbro&alcuni geologi new age si sta spostando, figuriamoci i puntiG se sono sempre gli stessi. Insomma, al fin di tutto, il dubbio più inquietante non è mica l’esistenza o meno di un puntoG, ma – esiste anche la remota possibilità che Natalia Aspesi qualche volta abbia ragione?!?!




permalink | inviato da il 18/2/2007 alle 17:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa
sfoglia
agosto