.
Annunci online

 
desaparecidos 
in certi posti del mondo essere conservatori è più progressista di essere progressisti in italia
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Courrier International
LibMagazine
Libération
LeftWing
Iddu

Esperimento
Raccoon
Il Genio Brigante
CodaDiLupo
OndeRoad
Rip
Uqbar
Perfetta Stronza
Ciro O'monaciello
PresenteIndicativo
Two Sides of the Bed
Bloggerperfecto
EcoDiSirene
Vulvia
Adlimina
Diderot
Alt
MP
ilbaco
Egine
Emma
Malvino
Il laicista
DolciInganni
  cerca

 

 

 

 


il giorno in cui mi daranno ragione penserò di avere torto



    
 Hey Joe, where you goin' with that gun in your hand




IO VENDO FUMO

 

 

- perché credevo in Kuwait si andasse al mare e invece si va per lavorare nel deserto

- perché credevo Saragoza in Andalusia

- perché le cattedrali del dis-atteggiamento sono tutte arrossite alla vista di Notre-Dame


 vendo fumo

- perché non so fare altro & perché aspiro a morire con la signora Libertà in mezzo alle cosce

- eppure se dovessi immaginarmela la vedrei ORA ai bordi di un treno solitario occhieggare ai passanti digrignare i denti in un falso sorriso imborghesito come se la felicità fossero un paio di labbra complici



io vendo fumo

- perché sono una nomade col vizio della stabilità

- perché ciò che amo è l’incidente di amare
la febbre di sapere il nulla

- perché credevo che gennargentu fosse una capitale araba intrisa di lussuria e sceicchi e m’illudevo che l’hijab m’ avrebbe coperto la bava alla bocca

- perché a Beirut si predicavano i miracoli del Kuraan, e tutte le studentesse della rivoluzione dei cedri ascoltavano furiose le vecchiette sagge



e mentre io vendo fumo
qualcuno si sta convertendo
o desidera convertirmi
o illudermi coi suoi giochi
di prestigio

 

mentre io vendo fumo
qualche arrosto va in fumo
le battaglie si consumano
e sempre gli stessi vincono

 



 L' AMOUR  - 1 (la mort)



LE MEPRIS - 2

 

LA LIBERTE' - 3


LA GU ERR E ET L A PA I X - (o Masculin, Feminin - Yin et Yang) - 4


LA POESIE (l'Art, l'Expression, la Creation, l'Hurle ment ) - 5



LA DESTRUCTION - (5 & unquarto de la tarde)

Quando il mondo sarà ridotto a un solo bosco nero per i nostri quattro occhi attoniti, in una spiaggia per due fanciulli fedeli, in una casa musicale per la nostra chiara simpatia, io vi ritroverò.
A. Rimbaud


THE RENAISSANCE

 









  Utenti connessi

 

 


 

Diario | point of view | cuba libre | adornianamente | ramadam | new encyclopedia | lo sferruzzo | vintage | puntiG | politically frigidism | illitterazioni terroriste | marx / hegel | Capitalism System Docet | metablog | retròsarkòbrunì | revolution time | sarko facho | tempi maturi per la rubrica cina |
 
cuba libre
1visite.

4 settembre 2009

* latitare o non latitare

Devo dire che la dicitura del blog, ''E andammo a comprare le sigarette per sfuggire al ventennio secondo'', è andata ben oltre le mie migliori (e maleauguranti) aspettative. E' vero, questo simil-ventennio è soporifero, diffonde apatia e disinteresse da spiaggia, tantopiù che è ancora e irrimediabilmente estate, e verrebbe proprio voglia di uscire e andare a comprare le sigarette, ma capita quella giornata di afa stretta e degenerante in cui anche il distibutore di sigarette si ribella e diventa un apatico, ti chiede la tessera sanitaria, e per chi non la porta dietro o l'ha tragicamente persa è l'inizio di un dramma di ferragosto, quando tutto è chiuso e non resta che prendersela con qualche ingegnere dell'automazione salutista (che poi a che servirà inserire proprio la tessera sanitaria?a risalire in futuro alle colpe delle malattie?). Verrebbe proprio voglia di sfuggire al ventennio secondo, tantopiù che è quasi peggiore del primo, che almeno aveva la palle di non farsi chiamare democrazia, e si sa quanto siamo sensibili alle parole, il primo passo per ammettere uno sbaglio è sapere di cosa diavolo stiamo parlando. Almeno ci fossimo meritati di entrare nel progetto di esportazione democratica di W. Bush, che - ricordiamo con saudade - consisteva in un primo periodo di bombardamenti a tappeto per poi difendere con denti e carroarmati la gloriosa neonata spontanea democrazia, forse così a casaccio qualche bersaglio di quelli da eliminare le bombe lo avrebbero colpito (ma qui siamo nel campo della fortuna e del caso, e si sa che la fortuna va dove sono i già fortunati, e che il caso spesso è manovrato, pure quello divino perdio!). Non starò qui a dire di che diavolo si tratta questo ''nuovo ventennio'', e spero di non dover aspettare che ledano i diritti umani prima di poterlo definire con parole già esistenti, so che meritiamo qualcosa di diverso e quando il fondatore de l'Unità diceva ''Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti.'', c'era il primo ventennio, e a nessuno veniva chiesta la tessera sanitaria per comprare le sigarette, e i giornalisti erano costretti alle dimissioni, e i giornali minacciati, e...se solo ce ne fossimo accorti prima di trovare le parole per dirlo!




permalink | inviato da desaparecida il 4/9/2009 alle 18:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa

25 giugno 2009

* prima della nota a piè

Accolgo l’invito di Malvino all’approndimento della nota a piè di pagina ‘’il mio anticlericalismo è più forte del mio antiberlusconismo’’ – anche se ci sarebbe poco da aggiungere chè è tutto condensato in quelle nove parole, ma ho un pò voglia di vomitare parole senza senso.
SB è un caso patologico in un paese affetto da patologie, un ometto privo di eleganza – rappresenta alla perfezione i vizi dell’italiano, sarebbe il protagonista perfetto di una commedia agli spaghetti se non fosse che è un protagonista reale. A ognuno il suo: agli Stati Uniti tocca la favola di Barack Obama, il nero che viene dal basso, in un certo senso incarna lo spirito di frontiera americano, pur con tutta la sua retorica; alla Francia monsieur le President si fa accompagnare in giro per il mondo da Carla Bruni, una a cui l’appellativo di premiere dame calza; in Italia basta sfogliare distrattamente un’intervista a una donnetta di periferia per capire quanta miseria di spirito dobbiamo accollarci, il nostro rappresentante è un borghese troppo arricchito che confida nel fatto che il popolo sia tutto a sua disposizione, in attesa delle sue telefonate maniacali o di un’offerta a cui venderci l’anima – è la tentazione della mazzetta a cui non si sa più resistere da quando hanno ammazzato gli ideali. Rozzo, maschilista e bugiardo, un uomo medio alla guida della barca, che contagia tutto quello che tocca e si espande come un cancro, giacchè non esiste più nemmeno un’opposizione degna, ma solo un gommone d’accompagnamento della barca principe, un optional in regalo, che impara il linguaggio del leader maximo, se ne fa contagiare, utilizza suoi metodi e non costruisce nulla, una risposta, un’idea, persino un sogno andrebbe bene. E’ che il nostro linguaggio è ormai viziato da quello che è stato prodotto di schifoso in quindici anni di bagattelle, è che la storia del potere in Italia è sempre quella di un potere eversivo che si legittima sul consenso.
Tuttavia non posso permettere a me stessa di stare dalla parte dei preti e degli ipocriti baciapile che provano scandalo nel sapere che il leader ha un giro di escort munite di microfoni – ho la convinzione storica che molti dei vizi dell’italianità siano frutto di una certa pruderie cattolica, che solo estirpando quella sia possibile creare un vero linguaggio alternativo a quello della televisione di stato. Non posso stare dalla parte di famiglia cristiana, ci sono alcune libertà fondamentali che vanno tutelate (nella mia idea delle cose): quella di SB di fare festini a casa con chi vuole ed essere utilizzatore finale, quella delle escort di scopare (?) facendosi pagare – posso disapprovare un leader così idiota da farsi ricattare da quattro puttane in cerca di notorietà e denaro, ma devo disapprovare anche il tono clericale di quell’altro preticchio travestito da leader del pd (uno che dice ‘’fareste crescere i vostri figli da un uomo così?’’ è un prete, un cretino, non lo seguirei neanche se mi versasse il costo di tre d’addario). Se SB cadesse sotto le raffiche clericali continueremmo a costruire all’infinito la stessa storia di sempre, un paese angusto che continua a produrre ometti senza eleganza a cui affidare un potere traviato (che si regge ancora sul sostegno della chiesa). E tuttavia non credo accadrà molto, perché oltre che cattolici siamo ipocriti, il consenso resterà intatto, le televisioni si comporteranno sempre più da organi e meno da imprese, l’opposizione ‘’muore - per autoconsunzione’’*.
Mi piacerebbe che un giorno ci fosse un Tizio capace di avere un sogno alternativo alla democrazia cristiana-viziosa italiana, ‘’io credo in questo, e questo e questo, e non tradirò mai quello in cui credo’’, andrebbe bene anche un Tizio che va a puttane e crede nella libertà, un pederasta, un guru, un’asceta, e tuttavia temo proprio che Tizio in Italia finirebbe i suoi giorni in carcere. Il consenso è un gioco di prestigio per maghi mediocri che promettono l’al di là.

*cit. Baustelle – Il liberismo ha i giorni contati




permalink | inviato da desaparecida il 25/6/2009 alle 1:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa

6 novembre 2008

* ''giovani belli e abbronzati''


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. argh

permalink | inviato da desaparecida il 6/11/2008 alle 16:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

8 ottobre 2008

* un improvviso dolore su tutto il braccio destro mi impedisce di fare il saluto come si deve

 Questa è la prova che veltroni & crozza sono la stessa persona.




permalink | inviato da desaparecida il 8/10/2008 alle 19:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa

16 settembre 2008

* le sviste dello zapping

Berlusconi parla di termovalorizzatori accanto a miss italia & a una certa schermitrice.

*Qui LibMag.




permalink | inviato da desaparecida il 16/9/2008 alle 1:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

24 luglio 2008

* il destino è nei sabati a venire

Ho un che di sollievo, i sabati scorreranno tranquilli, si potrà lavorare in pace, niente più tempo perso con ghedini & scartoffie, ci si potrà radunare con bossi, quell'uomo di gran raziocinio, si potrà correre sui prati con mara, quella devota maria goretti, si potrà fare l'italia. Ora possiamo stappare la bottiglia di vino d'emergenza, quella di cui godere da soli per le ebbrezze artificiali, gelosamente conservata per i tempi peggiori.




permalink | inviato da desaparecida il 24/7/2008 alle 1:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

23 luglio 2008

* immunodeficienza mai acquisita?



*
(sarebbe stato piuttosto bello guarnire il tutto con The Gnome, ma non ho trovato nessun video con la scritta rai in evidenza, se sono colpevole è solo per eccesso d'amor patrio)




permalink | inviato da desaparecida il 23/7/2008 alle 0:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa

11 luglio 2008

* alfano rilascia dichiarazioni, questa è la notizia, ciò che segue sotto è del tutto decorativo

Dice, Berlusconi ha diritto a governare l'Italia, secondo quale affannato diritto divino lo sa chi dice. Dice, Berlusconi merita di governare questo paese, ma è il paese che si merita certe cose in phondo. Dice, i cittadini potranno poi valutare dopo un pò di anni, come se non avessimo già storpiato ogni sentimento, come se ogni valutazione non si fosse già capovolta. Dice, è una legge che serve al paese, ma neanche la regina inglese sarebbe così perversa da rivendicarlo ad onor di cronaca. Dice, l'Italia merita un governo come le altre democrazie occidentali, e questa è una pubblica presa per i fondelli.

Ps - la gente sta male




permalink | inviato da desaparecida il 11/7/2008 alle 12:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

4 luglio 2008

* cuba libre

Apertura della Carfagna alla conferenza stampa di stamattina: 'La ringrazio presidente per le opportunità che ci offre'.




permalink | inviato da desaparecida il 4/7/2008 alle 13:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (23) | Versione per la stampa

1 luglio 2008

*

Famiglia Cristiana, che diventa ogni giorno di più stampa eversiv-alternativa (ovvio che no - s'atteggia soltanto), critica la proposta di prelevare le impronte digitali del ministro Maroni e riserva una stoccata anche ad Alessandra Mussolini - buon sangue non mente, è il succo. E' vero, il nonno di Alessandra fu un idiota. Ma non c'è tanto da prendersela con il dna, la Mussolini ha anche il dna di Sophia Loren, e da lei non ha preso nulla, ma veramente nulla (per quanto sarebbe preferibile vederla nello show-biz che in politica, diciamo uno show-biz di serie b).




permalink | inviato da desaparecida il 1/7/2008 alle 22:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

22 giugno 2008

* voce al popolo

La persona che dopo le elezioni mi disse 'cosa si prova a perdere?!' con fare di vittoria e orgoglio di nazione, il 21 giugno 2008 al mio 'hai visto che silvio ha inaugurato il programma della pdl?' ha opposto un indifferente 'non ho seguito molto, che lui si salvi me ne frega poco, disapprovo ma lo voterei ancora'. Aggiunge che almeno il problema monnezza intanto si sta risolvendo, mentre il governo prodi aveva solo nominato de gennaro, sì quel tizio lì che andava di moda difendere ai tempi di genova 2001, ma sette anni sono un casino, si dimentica. Per spostare di più il tiro mi ricorda cos'è successo al comune di roma (dio mio - al comune di roma? e io che ne so, mi avrà preso per l'usciere?!), mi ricorda che prodi ha rubato (mi avrà preso per la moglie?una parente stretta?!), che anche veltroni ha rubato (mi è nuova ma la catalogo), mi incita ad informarmi sull'iri perchè sono monocorde e l'opinione vestita da contropinione mi fa il lavaggio del cervello, che loro mi fanno sapere solo quello che vogliono, gli domando loro chi?quali complottisti occulti?di cosa diavolo sta parlando?io avevo fatto una domanda insomma, lui insiste un loro con fare soffuso, aggiunge di togliermi il santino di prodi dalla testa, gli spiego con pazienza e volgare straniamento che - anche se è difficile da capire per l'elettore invasato di silvio - non essere groupie piddielline non vuol dire avere altri totem per la testa. Mi elenca allora i meriti di supersilvio, come il recupero di punti nel 2006 nonostante fosse dato per spacciato - il miracolo di silvio è stato accorciare le distanze dal centrosinistra tanto che il 'governo era imbavagliato se alla montalcini veniva il raffreddore'. Altro merito è aver vinto le elezioni col 54% degli italiani, 'ora mi vuoi dire che la maggioranza degli italiani è idiota e tu intelligente?' domanda, 'no figurati la maggioranza l'ho sempre adorata, anche i nazisti erano folkloristici'.
La morale è, mai fare domande quando esiste il serio pericolo di beccarsi un'arringa di stronzate come risposta.




permalink | inviato da desaparecida il 22/6/2008 alle 2:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

21 giugno 2008

*

Non fa in tempo a venire l'estate che Veltroni già organizza l'autunno.




permalink | inviato da desaparecida il 21/6/2008 alle 11:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

20 giugno 2008

* god save the premier





permalink | inviato da desaparecida il 20/6/2008 alle 1:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

12 giugno 2008

* speriamo sia l'ultima immagine della collezione




permalink | inviato da desaparecida il 12/6/2008 alle 23:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa

28 maggio 2008

* si, ma dove me lo piazzo?!




permalink | inviato da desaparecida il 28/5/2008 alle 23:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa

30 aprile 2008

* oggi c'è solo adsl

Non poteva morire che nel quarantennio del '68 il sintetizzatore, lsd-man.




permalink | inviato da desaparecida il 30/4/2008 alle 21:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

21 aprile 2008

* elogio della maggioranza, appendice II

A questo punto il problema da porsi per una maggioranza che si prenda sul serio come tale è come eliminare le minoranze, non che esista un metodo certo - ci sono molti modi. Un tempo vigeva un felice totalitarismo che sterminava senza mezzi termini i minorati oppositori, meravigliosi campi di sterminio, censura non dissimulata, distribuzione di privilegi e via dicendo per i convertiti. Oggi si pone il democratico problema di gestire una maggioranza senza i mezzi tecnici & morali del secolo scorso. Come sterminare le minoranze nel secolo ventuno?gli statisti si sono trovati di fronte il drammatico quesito, non tutti riuscendo a dare risposte giuste. A nulla vale rievocare i tempi passati, quando il duce poteva instaurare un vero regime sebbene gli altri fossero a conoscenza delle sue intenzioni - oggi sorge il problema di quelle pervertite minoranze che hanno voluto distruggere l'immagine della maggioranza attraverso i libri di storia e la scuola dell'obbligo - maestruole e accademici indecenti hanno lavorato a servizio delle minoranze più diverse, dando della maggioranza un'immagine distorta.
Perciò rifondare la maggioranza fino a comprendere ogni minoranza è oggi la sfida più difficile (ma assolutamente prioritaria) del secolo, e tuttavia l'unica direzione auspicabile per il nostro ethos. Una volta che le minoranze saranno debellate, la libertà sarà superflua. Lavorate per una maggioranza sicura, e avremo tutti un tetto e un camino.
( continua )




permalink | inviato da desaparecida il 21/4/2008 alle 17:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa

21 aprile 2008

* elogio della maggioranza

 Si sa che stare dalla parte della maggioranza è l'equivalente di stare dalla parte giusta, come i cristiani in guerra santa, come i musulmani in guerra santa (ndr- caso di conflitto tra maggioranze giuste, nonchè ispirate). Purtroppo non tutti hanno questo talento maggioritario, ch'è come una vocazione al bene, altrimenti vivremmo in un mondo certamente migliore, medioevale e armonico, vestiremmo d'uniforme bianca o nera, e tuttavia a nessuno passerebbe mai per la testa di rimpiangere l'arancione. Vivremmo meglio dicevo, se tutti stessimo dalla parte della maggioranza, non avremmo neanche bisogno di far finta di essere democratici, niente tessera elettorale dunque, niente terronico senso di colpa a non segnare croci sulla lega del nord. Di questi tempi, se esistesse una maggioranza perfetta, saremmo tutti leghisti, persino al sud, inneggeremmo tutti al vicepremierato di Calderoli, alle riforme di Bossi, di questi tempi l'uniforme sarebbe verde, e tuttavia non uno di quei verdi militari che potrebbero esser confusi con una divisa del Che, l'uniforme giusta è verde acceso. Sia chiaro che non si può sbagliare, sia chiaro che sarebbe necessario esporre almeno un fazzoletto leghista nella tasca della giacca come segno di riconoscimento, la maggioranza perfetta ambisce a farsi compagnia, riconoscersi tra la folla, finchè non si spanda come un'epidemia il vezzo del fazzoletto verde, sicchè tutti - in quel futuro utopico - saranno inevitabilmente parte del tutto, e allora e solo allora potrà diventare superfluo qualsivoglia segno di riconoscimento. Si potrebbe tornare all'arancione, certo, ma chi vorrà mai tornare al misero color d'arancia dopo aver sperimentato il brivido del verde leghista?




permalink | inviato da desaparecida il 21/4/2008 alle 10:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa

15 aprile 2008

* le fregature della vita

Votare il Pd per Berlusconi, ritrovarsi con Berlusconi.  




permalink | inviato da desaparecida il 15/4/2008 alle 8:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa

13 aprile 2008

* Einstürzende Neubauten

Alle ore tredici ho votato no al referendum.
Alle ore quattordici ho avuto un primo travaglio.
Alle ore quindici ho visto un uomo meravigliosamente maledetto che strappava i manifesti della pdl al grido di vafanculo.




permalink | inviato da desaparecida il 13/4/2008 alle 15:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa

14 marzo 2008

* è primavera, part II

'' Dopo l'annientamento dei nemici armati, rimarranno ancora i nemici disarmati; questi ultimi non si asterranno dal condurre contro di noi una lotta mortale, non dobbiamo mai sottovalutarli. '' - aphorisma scelto dal Libretto Rosso di Mao(zédong)




permalink | inviato da desaparecida il 14/3/2008 alle 16:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa

28 febbraio 2008

* suerte o muerte

& quando l'Onu dice stop all'infibulazione in genere il mondo smette di colpo.




permalink | inviato da desaparecida il 28/2/2008 alle 10:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (18) | Versione per la stampa

3 dicembre 2007

* gazebismi della domenica

Putin trionfa in Russia, Chavez* in Venezuela, & in Italia è nato il Popolo delle Libertà. Ringraziando il cielo, sono perfettista.


Buon capomese.

*Nota del Brigante - ''
Chavez ha perso e lo ha ammesso! e si è pure congratulato con i vincitori...sono proprio selvaggi nel terzo mondo, mica come nel G8''.
**Nota Desaparecidos - Ci scusiamo per la disinformazione, ma ieri notte pareva certo che avrebbe vinto il sì. I venezuelani continuano a dimostrare agli italiani una certa superiorità morale quando si tratta di far le cose di piazza.
Che qualcuno mi dica che anche il popolodellalibertà è mia disinformazione, grazie.

29 novembre 2007

* dubbi a cuba libre?

 Ho un dubbio: si scioglie o non si scioglie?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. forza italia forse al gore lo sa

permalink | inviato da desaparecida il 29/11/2007 alle 0:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

23 ottobre 2007

* riphondazione dell'utile

Sono innegabilmente rincuorata dal fatto che la tenuta del governo italiano dipenda da uno autodefinitosi un poveretto di ceppaloni - insomma, sono contenta di questi passi da gigante - a prescindere, il mio voto è stato così utile alla causa che l'anno prossimo posso pure permettermi di venderlo coscienziosamente al miglior offerente. Temo pure di sapere chi saranno.




permalink | inviato da desaparecida il 23/10/2007 alle 16:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
sfoglia
giugno