.
Annunci online

 
desaparecidos 
in certi posti del mondo essere conservatori è più progressista di essere progressisti in italia
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Courrier International
LibMagazine
Libération
LeftWing
Iddu

Esperimento
Raccoon
Il Genio Brigante
CodaDiLupo
OndeRoad
Rip
Uqbar
Perfetta Stronza
Ciro O'monaciello
PresenteIndicativo
Two Sides of the Bed
Bloggerperfecto
EcoDiSirene
Vulvia
Adlimina
Diderot
Alt
MP
ilbaco
Egine
Emma
Malvino
Il laicista
DolciInganni
  cerca

 

 

 

 


il giorno in cui mi daranno ragione penserò di avere torto



    
 Hey Joe, where you goin' with that gun in your hand




IO VENDO FUMO

 

 

- perché credevo in Kuwait si andasse al mare e invece si va per lavorare nel deserto

- perché credevo Saragoza in Andalusia

- perché le cattedrali del dis-atteggiamento sono tutte arrossite alla vista di Notre-Dame


 vendo fumo

- perché non so fare altro & perché aspiro a morire con la signora Libertà in mezzo alle cosce

- eppure se dovessi immaginarmela la vedrei ORA ai bordi di un treno solitario occhieggare ai passanti digrignare i denti in un falso sorriso imborghesito come se la felicità fossero un paio di labbra complici



io vendo fumo

- perché sono una nomade col vizio della stabilità

- perché ciò che amo è l’incidente di amare
la febbre di sapere il nulla

- perché credevo che gennargentu fosse una capitale araba intrisa di lussuria e sceicchi e m’illudevo che l’hijab m’ avrebbe coperto la bava alla bocca

- perché a Beirut si predicavano i miracoli del Kuraan, e tutte le studentesse della rivoluzione dei cedri ascoltavano furiose le vecchiette sagge



e mentre io vendo fumo
qualcuno si sta convertendo
o desidera convertirmi
o illudermi coi suoi giochi
di prestigio

 

mentre io vendo fumo
qualche arrosto va in fumo
le battaglie si consumano
e sempre gli stessi vincono

 



 L' AMOUR  - 1 (la mort)



LE MEPRIS - 2

 

LA LIBERTE' - 3


LA GU ERR E ET L A PA I X - (o Masculin, Feminin - Yin et Yang) - 4


LA POESIE (l'Art, l'Expression, la Creation, l'Hurle ment ) - 5



LA DESTRUCTION - (5 & unquarto de la tarde)

Quando il mondo sarà ridotto a un solo bosco nero per i nostri quattro occhi attoniti, in una spiaggia per due fanciulli fedeli, in una casa musicale per la nostra chiara simpatia, io vi ritroverò.
A. Rimbaud


THE RENAISSANCE

 









  Utenti connessi

 

 


 

Diario | point of view | cuba libre | adornianamente | ramadam | new encyclopedia | lo sferruzzo | vintage | puntiG | politically frigidism | illitterazioni terroriste | marx / hegel | Capitalism System Docet | metablog | retròsarkòbrunì | revolution time | sarko facho | tempi maturi per la rubrica cina |
 
Diario
1visite.

7 febbraio 2007

* dalla seconda lettera di Silvio

Cari omosessuali, eccovi le mie scuse. Ho peccato di esuberanza in pubblico perchè sono giocoso ma anche un recalcitrante omofobo. Di fronte al pubblico la tentazione di cedere alla battuta è forte. E non le resisto. Siamo amici da una vita. Durante il mio governo ho sempre cercato di indirizzarvi con la cura e il rigore amoroso di quella splendida persona che sono. Abbiamo fatto insieme più cose di quante entrambi siamo disposti a riconoscerne in questo periodo di turbolenza e affanno che è il governo prodi. Ma finirà, finirà questo governo accattone che ci invita ad evadere come imprescindibile questione morale! Le mie giornate sono pazzesche, lo sapete. Il lavoro, la politica, i problemi, gli spostamenti e gli esami pubblici che ogni giorno, anche io come voi, sono costretto ad affrontare, e che non finiscono mai, una vita la mia sotto costante pressione, e anche la vostra.
Ma la vostra dignità non c'entra, la custodisco come un bene prezioso nel mio cuore anche quando dalla mia bocca esce la battuta spensierata, il riferimento gelante, la bagattella di un momento. Ma spingervi a sinistra no, credetemi, non lo farei mai con nessuno. Scusatemi dunque, ve ne prego, e prendete questa testimonianza pubblica di un orgoglio privato che cede alla vostra collera come un atto d'amore e d'amicizia. Uno tra tanti. Un grosso bacio, Silvio




permalink | inviato da il 7/2/2007 alle 1:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (19) | Versione per la stampa
sfoglia
gennaio        marzo